martedì 14 novembre 2017

Già disponibili 1,2 miliardi di euro dalla UE per la ricostruzione post-sisma

In arrivo fondi UE per la ricostruzione e adeguamento sismico

 

Sono già disponibili 1,2 miliardi di euro dalla Cominta’ Europea destinati alle regioni MarcheUmbriaLazio e Abruzzo, per riparare i danni causati dai terremoti nel centro Italia nel 2016 e nel 2017. Questo e’ l’importo dello stanziamento approvato dal Parlamento europeo il 13 settembre scorso.

Il contributo, finanziato dal FONDO DI SOLIDARIETA' della UE e pari a 1.196.797.579 euro, è già disonibile nelle casse del ministreo dell’ECONOMIA e potrà essere utilizzato per le operazioni di ricostruzione, di emergenza e di bonifica e per la protezione dei monumenti. A gestire le risorse sarà il Dipertimento della Protezione Civile e sarà responsabile dell'attuazione della spesa entro 18 mesi a parire dalla data del 6 novembre. Le risorse non utilizzate dovranno essere restituite al Fondo di Solidarietà.

L’Italia, che è già il principale beneficiario del Fondo di solidarietà, aveva chiesto un anticipo di 30 milioni di euro (importo massimo possibile) che è stato concesso dalla Commissione europea il 29 novembre 2016 e versato integralmente.

 

DANNI E MODALITA' DI EROGAZIONE

I terremoti tra la fine di agosto 2016 e la metà di gennaio 2017 e la lunga serie di scosse di assestamento, ricorda il Parlamento Ue, in una nota, hanno colpito vaste aree della catena appenninica dell’Italia centrale, in particolare le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, causando causato 333 morti e oltre 30 mila tra sfollati e bisognosi di assistenza. Le infrastrutture sono state gravemente danneggiate e le imprese, comprese le aziende agricole e turistiche, sono state colpite in modo significativo. La stima ei danni ammonta a circa 22 miliardi di euro.

Le risorse saranno spese su quattro attività. Quasi metà dello stanziamento, cioè 582 milioni di euro, sarà utilizzato per sostenere i costi dei Contributi di Autonoma Sistemazione (CAS), della sistemazione alberghiera, delle Soluzioni Abitative di Emergenza (SAE), dei Moduli Abitativi Provvisori Rurali (Mapre), delle stalle e dei fienili.

Altri 316,5 milioni di euro andranno agli interventi di ripristino delle infrastrutture della rete viaria previsti nel Piano ANAS (1° e 2° stralcio), agli interventi di riparazione immediata negli edifici scolastici e alla realizzazione di strutture scolastiche temporanee.

Saranno poi necessari 208 milioni di euro per gli interventi di messa in sicurezza e protezione del patrimonio culturale a cura del Mibact e delle Regioni.

Quasi 89 milioni di euro saranno infine destinati alle attività di gestione, rimozione e smaltimento delle macerie.

“L’UE ha promesso di aiutare l’Italia ad affrontare questa tragedia. Sono orgoglioso di affermare che stiamo compiendo progressi in questo senso. 1,2 miliardi di euro è il maggiore utilizzo mai compiuto del Fondo di solidarietà dell’UE,”, ha detto il relatore Giovanni La Via.

 

************

 

NEWSOFT, attiva da 40 anni nel campo della ricerca sulla progettazione antisismica

Newsoft da anni sviluppa software strutturali all’avanguadia, da sempre centrati sulle problematiche connesse alla progettazione antisismica, grazie alla sua stretta collaborazione con il mondo della ricerca universitaria.

Da oggi e’ possibile usufruire del noleggio gratuito per EDISIS (calcolo e progetto CA) e POR 2000 (calcolo e progtto muratura) con inclusa l’utility per la determinazione della classe di rischio degli edifici.
Richiedere il noleggio a titolo gratuito per un periodo di 60 giorni e’ semplice. Basta fare richiesta ai seguenti link:

 
Pack EDISIS POR 2000
 
 
non hai trovato quello che cercavi?
Assistenza

apri un ticket di assistenza

poni la tua domanda agli esperti del nostro staff: sapranno aiutarti a trovare la giusta soluzione