POR 2000: Software Analisi Verifica e Calcolo Strutturale Muratura

Progetto, Analisi e Verifica di Edifici in Muratura Nuovi e Esistenti

 
 
 

Analisi pushover e verifiche di meccanismi locali di strutture in muratura ordinaria e armata con rinforzi strutturali

POR 2000 è un potente software strutturale per il calcolo, l'analisi e la verifica di edifici in muratura ordinaria e armata soggette ad azione sismica (strutture esistenti e nuovi progetti). Il software consente l'analisi pushover, le verifiche sismiche per gli stati limite di danno, salvaguardia vita e collasso, nonchè tutte le verifiche locali delle murature in accordo con le nuove NTC 2008. Modulo Analisi Pushover Integrato.

 

Acquista

da 1125.00 euro

Aggiorna

da 440.00 euro

Noleggia

da 380.00 euro
 
 

faq

Por

L'attuale versione del software utilizza una soluzione evoluta del metodo storico degli anni '80 (metodo POR). Le ipotesi base assunte nella modellazione prevedono che i maschi murari abbiano un comportamento tipo shear-type, ovvero abbiano rotazioni al piede e in testa impedite, e che il loro spostamento in pianta sia descrivibile come roto-traslazione rigida. Per ulteriori informazioni fare riferimento ai contenuti del sito e alla brochure del software. Il nome Por (muratura portante) è rimasto essenzialmente tale per ragioni di continuità con le versioni precedenti.

 
Por

Il programma consente di eseguire l'analisi pushover, le verifiche sismiche per gli stati limite di operatività, danno, salvaguardia della vita e collasso, nonché tutte le verifiche locali delle murature previste dalle attuali norme tecniche come:

- Verifica della snellezza
- Verifica dell'eccentricità trasversale e longitudinale
- Verifica a taglio per azioni statiche
- Verifica a pressoflessione trasversale e longitudinale
- Verifica a ribaltamento per azioni statiche e sismiche
- Verifica dei tiranti a trazione e a punzonamento
- Verifica delle tensioni in fondazione
- Verifica dei cedimenti e delle distorsioni angolari in fondazione
- Verifica a scorrimento in fondazione.

I risultati sono visibili in tabelle a video, in anteprima di stampa o, in forma grafica, come mappe di impegno ad intensità di colore, che consentono di individuare velocemente gli elementi più impegnati.

 
Por

Sono previste alcune tipologie classiche come l'affiancamento murario e l'intonaco armato, che comportano un aumento di spessore, bilaterale o monolaterale, da specificare per ogni pannello. Altre due tipologie sono più innovative e riguardano i rinforzi con fasce di fibre composite (in carbonio Cfrp o in vetro Gfrp, incollate con resine) e le cuciture attive in lamine di acciaio pretese (Cam). Rinforzi previsti per il corpo della muratura sono inoltre le iniezioni di malta, valutate in termini di incremento di qualità della malta preesistente. Per informazioni sulla modellazione dei rinforzi si può fare riferimento al manuale del software.

 
Por

Nell'analisi sismica pushover il programma Por assume come elementi resistenti i maschi murari, che corrispondono alle porzioni di muratura comprese fra due aperture successive, fra una apertura e un nodo d'incrocio o fra due nodi in assenza di apertura intermedia. Si ottiene in questo modo una modellazione "a setti", in cui non intervengono le fasce murarie, che per questa ragione non sono soggette a verifica. Dettagli sul riconoscimento geometrico dei maschi e sul calcolo delle rigidezze sono reperibili nelle pubblicazioni: Braga, Bosco, Caputo, Cavalera, Dolce, Liberatore, Masi - Edifici esistenti: accertamento ed adeguamento antisismici - Capitolo 8 Edifici in muratura Mauro Dolce - Schematizzazione e modellazione per azioni nel piano delle pareti - Corso sul Consolidamento degli edifici in muratura in zona sismica - Ordine Ingegneri di Potenza. Il comportamento del singolo maschio murario è definito da una variante dell'elemento finito proposto in: "Brasile S., Casciaro R., Formica G., Finite Element formulation for nonlinear analysis of masonry walls, COMPUTERS & STRUCTURES, vol. 88; p. 135-143 (2010)".

 
Por

Dalla tabella Masse sismiche si ottiene il valore della massa sismica cumulata (colonna Mc) al livello 1, che comprende i permanenti e una aliquota di variabili. Questo è già un valore di riferimento dello sforzo normale globale agente sul piano fondale. Moltiplicando tale valore per un'accelerazione spettrale si può ottenere il tagliante sismico da associare al carico verticale. Ad esempio per Slv si può considerare l'accelerazione al suolo ridotta del fattore di struttura ag(slv)/q.

 
 
Leggi tutte »

documenti

martedì 21 febbraio 2017

Istruzioni di compilazione scheda sismica per Por

Le presenti istruzioni riguardano la compilazione della Scheda di sintesi della verifica sismica di edifici strategici ai fini della Protezione Civile o rilevanti in caso di collasso a seguito di evento sismico (Ordinanza n. 3274/2003 – Articolo 2, commi 3 e 4, D.M.14/1/2008), per costruzioni in muratura sottoposte ad analisi col programma Por 2000.

sabato 11 febbraio 2017

Aggiornamento Por 2000 versione 9

Scarica il documento con la descrizione completa delle novità introdotte nella versione 9

martedì 19 luglio 2016

Istruzioni Por per Allegato B - OpenGenio Lazio 2016

Le presenti istruzioni trovano applicazione per la compilazione dell'Allegato B, nella forma del modello 2016, per analisi strutturali condotte col programma Newsoft Por, versione 9.

martedì 7 giugno 2016

L'analisi pushover

L’Aquila–Pescara ottobre 2010 - 4

Impiego dell'analisi statica nonlineare e suo uso nella progettazione antisismica

martedì 7 giugno 2016

Introduzione al metodo degli elementi finiti

L’Aquila–Pescara ottobre 2010 - 3

Il documento fornisce una introduzione al metodo FEM in contesti di analisi lineare e nonlineare

lunedì 6 giugno 2016

Introduzione Analisi Nonlineare

Seminario L’Aquila–Pescara ottobre 2010 - 1

Il documento fornisce una introduzione all'analisi nonlineare ed alla plasticità

 
Vedi tutti »