ICO

Faq

Le domande degli utenti e le risposte di Newsoft

 

Help & faq - Ediplin

Nello sviluppo dei nostri programmi, abbiamo da sempre curato particolarmente la semplicità e praticità d'uso, insieme alla chiarezza delle opzioni di modellazione introdotte, all'accuratezza dell'analisi e alla significatività dei risultati, supportando l'utente con una documentazione sempre molto dettagliata.

Tuttavia, data la complessità delle diverse problematiche affrontate e l'uso di procedure di analisi sofisticate, spesso innovative e sempre aggiornate ai più recenti risultati della ricerca, non meraviglia che nella fase iniziale di uso del programma si possano avere dubbi sulle sue funzionalità o difficoltà nell'interpretazione dei risultati, spesso sottovalutando le potenzialità messe a disposizione.

In questi casi si consiglia, in quanto soluzione più semplice e diretta, di esaminare l'elenco delle domande frequenti (Faq) riportato in questa pagina.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni invia una richiesta

Ediplin

Immediatamente a valle dell'analisi è possibile esaminare direttamente a video i principali risultati di analisi: sollecitazioni nel plinto e nei pali per singola azione di carico o per inviluppo, verifiche di portanza dei pali, verifiche delle tensioni sul terreno. Un quadro completo e dettagliato dei risultati e delle verifiche si può comunque ottenere anche con l'anteprima di stampa della relazione di calcolo. Altre informazioni riguardanti il dimensionamento delle armature e l'impegno strutturale degli elementi si possono ottenere direttamente dalla vista delle carpenterie. Per informazioni più approfondite si consulti il Manuale.

 
Ediplin

Ediplin, consente in automatico di valutare i valori delle tensioni orizzontali limite e del modulo di Winkler al variare della profondità, utilizzando metodi proposti da alcuni noti autori. In alternativa, gli stessi valori possono essere definiti autonomamente dall'utente, selezionando l'opzione Autonomo, e digitandoli nella apposita griglia.

In particolare, i metodi disponibili sono i seguenti:

  • Autonomo
  • Vesic
  • Hanser
  • Terzaghi
  • Meyerhof
  • Mathlock-Reese
  • Broms
 
Ediplin

Il programma esegue l'analisi del plinto e dei pali secondo il sistema normativo selezionato: alle tensioni ammissibili secondo le NTC 92/96, agli stati limite secondo le NTC 96, agli stati limite secondo le NTC 08. Si ricava la soluzione per ogni condizione di carico e si valutano le sollecitazioni d'inviluppo per tutte le combinazioni di carico previste dal sistema normativo selezionato.

 
Ediplin

In Ediplin il plinto è schematizzato come una piastra rigida. Si considerano quindi trascurabili gli effetti dovuti alla sua deformabilità. Questa ipotesi semplifica notevolmente la modellazione è può essere ritenuta accettabile nella pratica professionale, se si escludono casi limite rappresentati da plinti a spessore sottile rispetto all’interasse dei pali. Tipicamente, però tali casi sono abbastanza rari, in quanto le verifiche a flessione e a taglio impongono in genere spessori di calcestruzzo tali da assicurare una elevata rigidezza fuori piano.
I pali sono schematizzati come travi elastiche su suolo alla Winkler, incastrate nel corpo del plinto. La reazione elastica del terreno può essere assunta costante o lineare con la profondità. Per informazioni più approfondite si consulti il Manuale.

 
Ediplin

Con Ediplin è possibile analizzare e modellare plinti di forma poligonale qualsiasi, su cui insistano pilastri e pali liberamente definibili in numero e posizione. Nel caso non si definisca alcun palo, si ha il caso di plinto superficiale poggiante direttamente su terreno. Il programma prevede inoltre la definizione di pozzetti per contenere i pilastri, pali con armatura a gabbia e micropali tubfix con armatura a tubo metallico.

 
 
non hai trovato quello che cercavi?
Assistenza

apri un ticket di assistenza

poni la tua domanda agli esperti del nostro staff: sapranno aiutarti a trovare la giusta soluzione