ICO

Casi di studio

I progetti e gli interventi dei nostri clienti e dei nostri tecnici

 

DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE FABBRICATO SITO IN VIA FONTE PRETURO DANNEGGIATO DAL SISMA DEL 6 APRILE 2009 RICADENTE NELL'AREA A BREVE BANCA D'ITALIA - BELVEDERE

Ricostruzione Fabbricato - Abruzzo

Ing. Vincenzo Saraceni / Ing. Francesco Saraceni (Collaboratore) Via Mazzini n. 37, 87012 Castrovillari (CS) Via Arno n. 59, Roseto degli Abruzzi (TE) Cell. +39 335 5259410 Mail: studiotecnicosaraceni@gmail.com / enzosaraceni@libero.it Abruzzo, 2009 Edisis
Progetto nuova realizzazione Numero di piani: 8 piani complessivi (1 commerciale, 1 autorimessa, 5 residenziali, 1 sottotetto). Superficie lorda: circa 6.200,00 mq. Superficie utile circa 4.500,00 mq. Costo intera opera: 6.439.761,00 €. Costo degli interventi strutturali: 1.807.984,83 €
 

Macro descrizione del progetto/struttura:

Il progetto ha previsto la demolizione e ricostruzione del fabbricato denominato "Condominio Via Fonte Preturo" gravemente danneggiato dal sisma che ha colpito l'Abruzzo il 6 aprile 2009. Il fabbricato è stato inserito all'interno di un piano attuativo unitario insieme ad altri 3 corpi (1 privato e 2 pubblici). L'intervento unitario prevede la realizzazione di una piazza pubblica e di incrementi volumetrici (soprattutto commerciali) rispetto allo stato di fatto). 
La struttura è stata progettata in c.a., con corpo unico. Un primo livello (parte commerciale) prospiciente la piazza pubblica, con sovrastante piazzale adibito al parcheggio, e i livelli superiori (porzione residenziale), sfalsati sia rispetto all'asse principale che rispetto al livello del piano di fondazioni. 
Le fondazioni dell’edificio in oggetto saranno realizzate in cemento armato con tipologia a graticcio a trave rovescia costituenti un telaio orizzontale di base ben collegato nelle due direzioni ortogonali di riferimento strutturale, oltre ad essere ammorsato nel terreno di sedime previo scavo a sezione obbligata eseguita con mezzo meccanico. 
Dai calcoli geotecnici, si evince, per il rispetto della tensione massima di riferimento da rispettare, che il non superamento del carico ammissibile impone l’utilizzo di una trave rovescia avente base d’appoggio non inferiore a 80.00 cm. e della base di sottofondo costituita da cls magro di circa 100.00 cm.
In fase di stesura del progetto strutturale e dei relativi calcoli si è previsto l’impiego di travi di fondazione delle seguenti dimensioni: sezione trasversale di dimensioni 80.00 cm x 150.00 cm., poggiante su letto di cls magro di sottofondazione di larghezza 100.00 cm, che si realizzerà comunque per tutto l’ingombro del fabbricato. Alcune travi di fondazioni avranno una sezione 100.00x150.00 cm.
Il magrone sarà realizzato per tutto l'ingombro dello scavo.
Tra le travi di fondazione sarà realizzato un vespaio con ghiaia di piccola pezzatura e successivamente la realizzazione della soletta armata. Al di sotto del piano di fondazione sarà realizzato un vespaio compatto di spessore 1,00 mt, previo stendimento di tessuto non tessuto, per bonifica del terreno di sedime.
Il primo e secondo livello saranno realizzati con pilastri e pareti di c.a., mentre i restanti piani non avranno gli elementi parete.
Le travi di collegamento saranno sia calate che a spessore di solaio.
I solai avranno uno spessore di 25,00 cm e saranno realizzati con tipologia latero-cementizia mediante utilizzo di travetti prefabbricati tralicciati con fondello in calcestruzzo e sovrastante soletta collaborante in cls spessore 5,00 cm armata con rete elettrosaldata come da calcoli esecutivi. Alcuni solai avranno spessore di 35,00 cm per coprire una luce maggiore e saranno realizzati con tipologia a predalles, soprattutto perché sono stati calcolati per essere utilizzati come parcheggi a servizio dei condomini. Saranno realizzati a predalles anche i solai dell'autorimessa, con un getto aggiuntivo sopra la soletta pari a 5,00 cm per ottenere uno spessore di cls complessivo pari a 10,00 cm in grado di garantire la resistenza al fuoco REI120.
Le scale saranno realizzate a soletta rampante, mentre i torrini ascensori, realizzati con paretine in c.a. e saranno strutturalmente indipendenti dalla restante struttura, opportunamente giuntati e realizzati su una platea in c.a. di fondazione.
Le tamponature esterne saranno realizzate con un sistema ad orditura metallica W385 doppia parallela e rivestimento in lastre Knauf AQUAPANEL® in esterno e doppie lastre in gesso rivestito GKB con doppio strato isolante in lana minerale (v. relazione sui materiali). 
Le divisioni interne saranno realizzate con elementi leggeri in cartongesso.

Modellazione e progetto:

I principali aspetti cui si è dato attenzione nella fase di modellazione e progettazione per la particolare struttura sono stati:

  • Cercare di limitare le asimmetrie (in particolare riferite alle rigidezze di piano);
  • la valutazione dell'azione sismica orizzontale e verticale di progetto correlata alla duttilità globale del sistema resistente;
  • la valutazione dell'interazione struttura-fondazione-terreno, in relazione alla presenza di un terreno superficiale di categoria E da rimuovere per garantire il contatto con un terreno di categoria B;
  • semplicità di modellazione per ridurre gli errori vista la complessa struttura; 
 
 
 
Vuoi pubblicare i tuoi lavori?
progetti

mandaci il tuo progetto

il nostro staff li aggiungerà alla galleria dei professionisti che utilizzano i nostri software